Università telematica internazionale UNINETTUNO

Imparo la Lingua Araba - Il Tesoro delle lettere

L'insegnamento della lingua Araba sarà attivato con le prime iscrizioni degli studenti.

Il corso dal titolo “Imparo la Lingua Araba -  Il Tesoro delle Lettere”, che è costituito da 150 videolezioni e 4 testi collegati agli argomenti delle videolezioni, ha come autori Maria Amata Garito e Rachid Benhadj.

 

Il corso è stato realizzato per contribuire alla lotta contro l’analfabetismo in Marocco e per quelle persone che per la prima volta si avvicinano all’apprendimento della lingua araba.

 

Il modello psicopedagogico

Il modello psicopedagogico elaborato da Maria Amata Garito, adotta un modello che unisce il metodo sintetico a quello analitico globale.

La docente video, Dalila Hiaoui conduce l’allievo dentro la lingua araba e illustra l’alfabeto, le sue modalità di scrittura, spiega la struttura grammaticale.

 

Al centro delle videolezioni ci sono le parole rappresentate con gli oggetti corrispondenti, le singole lettere che le compongono, le frasi che si costruiscono con le parole, la grammatica che lega le parole e ne costruisce il significato comunicativo, e infine il senso.

L’insegnante nello studio televisivo costruito come l’interno di una casa marocchina, presenta gli oggetti che iniziano con la lettera argomento della lezione, si sofferma sull’immagine, sulla forma dell’oggetto e sul suo uso nella vita quotidiana.

 

L’insegnante scrive la parola la pronuncia correttamente e stimola gli allievi a collegare la parola alle immagini per rafforzare la memoria, sviluppando i canali visivo ed uditivo.

Second Life

Al metodo sintetico si unisce anche quello analitico globale e la lezione diventa narrazione, il sogno nel mondo virtuale di Second Life.

Su Second Life nell’Isola del sapere di UNINETTUNO è stato costruito un ambiente virtuale tridimensionale: una casa marocchina dove vengono rappresentate delle storie, degli eventi e dei racconti che si svolgono all’interno della casa e per la prima volta nella storia di Second Life, gli Avatar diventano attori televisivi per rappresentare la famiglia di Akhdar.

 

La casa marocchina diviene scenario tridimensionale: il teatro nel quale gli Avatar-attori recitano la propria storia, simulano le attività quotidiane di una tipica famiglia marocchina e accompagnano il telespettatore nella dimensione del sogno.

I personaggi Avatar creano il racconto e rappresentano concretamente un fatto, un’esperienza, un legame fra suono e immagine, fornendo gli strumenti per rafforzare la funzione visiva ed uditiva per la memorizzazione delle lettere.

 

 Il corso è composto da centocinquanta videolezioni di trenta minuti.

Prescrittura

Nella prima parte si scoprono i segni e le forme che compongono la lingua araba

Lezione 1: Segni e forme

Lezioni 2-6: Spiegazione e illustrazione delle lettere dell’alfabeto

Lezione 7: Riepilogo delle lettere

Lezione 8: Spiegazione delle vocali        

L’animazione delle parole

Nella seconda parte sono spiegati in due modi le lettere ed il loro posizionamento nella parola.

Lo studente viene immerso in un mondo virtuale creato appositamente per questo corso stimolando la sua capacità di apprendere attraverso il sogno e l’immaginazione.

Nello stesso momento viene stimolato da elementi ed oggetti presi dalla sua vita quotidiana.

Lezioni 9-67: Spiegazione delle lettere e loro posizionamento nella parola (iniziale, mediana, finale). Regole fonetiche, ortografiche, morfologiche, lessicali della lingua.

La prima parte delle lezioni propone una visita immersiva in Second Life dove, seguendo le avventure quotidiane di una famiglia virtuale marocchina, s’incontrano le parole fondamentali trattate nelle videolezioni.

 

 
 

Nella seconda parte delle lezioni, la maestra insegna a scrivere le parole mostrando gli oggetti presi dalla vita quotidiana.

Grammatica e sintassi

Nella terza parte lo studente/utente approfondisce la costruzione di frasi, di periodi, e le regole grammaticali.

Dalla lezione 68 alla 150 ogni videolezione tratta un argomento specifico. Le videolezioni sono incentrate sull’ampliamento della parte culturale finalizzato a scoprire la storia, la letteratura, le leggende, gli usi e i costumi della popolazione del Marocco.       

Alla realizzazione del corso hanno partecipato un gruppo di persone provenienti da paesi diversi:

Algeria, Marocco, Egitto, Palestina, Cipro, Italia: Rachid Benhadj, Dalila Hiaoui, Hind Akki, Mohammed Essaknaoui, Hassan Taouil, Mohieddine Benbouazza, Khalil Khalil, Hakeem Abu Jaleela, Michalakis Pilavakis, Maria Amata Garito, Emanuela Maria Mafrolla, Salvatore Micillo, Claudio Percoco, Massimiliano Lippolis, Chiara Sepede, Silvia Bonacini, Antonio Benedetto, Alfredo Confessore.

Hanno lavorato tutti insieme, con entusiasmo e competenza, per portare questo contributo alla lotta contro l’analfabetismo, al grande problema della società cosiddetta “globale”, ma ancora molto “locale”, con enormi differenze tra il nord ed il sud del mondo, tra i paesi poveri e quelli ricchi. Queste lezioni sono come un ponte magico che collega la popolazione analfabeta degli adulti del marocco con la riva della sapienza, aiutano a riscoprire le loro radici, il loro passato, la ricchezza delle loro tradizioni, senza trascurare il presente. Sono una vera risorsa per affrontare il futuro con una nuova luce: la luce della lingua. (Maria Amata Garito)

Argomenti delle Videolezioni

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
    •  Lezione n. 18: Tanwin  
 
 
 
 
 
 
 
    •  Lezione n. 25: Sukun 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
    •  Lezione n. 36: Chadda